6 suggerimenti per un'estate al top

Le vacanze estive sono ciò che tutti aspettiamo, finalmente liberi da orari ed obblighi in vacanza con il nostro amico a quattro zampe. Purtroppo questa estate si presenta faticosa per tutti: caldo estremo e siccità. Per passare un'estate tranquilla vi suggerisco di dotarvi di un kit di primo soccorso per il vostro cane, lo trovate elencato di tutti i suoi componenti a fine articolo, e di seguire questi suggerimenti.

Evitate di condividere il cibo dell’estate

In vacanza al mare o in montagna potremo trovarci a non consumare un pranzo standard, ma ad assaggiare qualche specialità di street food, condividere una grigliata all’aperto, testare specialità del luogo ricche di condimenti.  Non fateli assolutamente assaggiare al vostro amico a quattro zampe, infatti tutti i condimenti sono ricchi di sale e di aromi inconsueti per lui, potreste dover fronteggiare un attacco di vomito o diarrea e rovinarvi la giornata. Se partecipate ad una grigliata assolutamente non lasciate le ossa di ciò che avete cucinato (bistecca, pollo) come “premio”, essendo cotte potrebbero facilmente rompersi, scheggiandosi e ferendo l’intestino del vostro cane. Vi consiglio di preparare lo zaino per l’escursione o la vostra borsa con un sacchetto di premi consueti, biscottini, carne essiccata, orecchie di maiale. Potrete offrirli al vostro amico a quattro zampe mentre vi rilassate o cucinate.

Non camminate sulle superfici infuocate

Avete presente la sabbia incandescente che occorre attraversare per raggiungere il mare? Dobbiamo evitare lei e altre superfici, come l'asfalto assolato dei marciapiedi di una città d'arte, per esempio. Non fatevi ingannare dai suoi cuscinetti plantari, che sembrano resistenti come cuoio, non lo sono. Se avete un dubbio toglietevi i sandali e provate a camminare a piedi nudi. Se non ci riuscite, non ci riuscirà neanche il vostro cane! In generale, siate accorti scegliete i lati in ombra delle vie, andate in spiaggia in orari consoni, mattina presto o pomeriggio tardi.  Se avete sottovalutato il calore della sabbia o dell’asfalto e i cuscinetti plantari del vostro cane si sono scottati, l’associazione dei medici veterinari professionisti suggerisce di metterli in ammollo in acqua per raffreddarli e di rivolgersi al medico veterinario della zona di vacanza (vedi kit di pronto soccorso). 

cane con salvagente che nuota sicuro

Divertirsi in acqua senza pericoli

Fare il bagno al mare insieme al proprio cane, bagnarsi in riva la lago/fiume dopo una lunga camminata, è un’esperienza rinfrescante e che riempie di gioia, ma attenzione non tutti i cani sanno nuotare e non tutti i cani amano l’acqua. Se vi avvicinate all’acqua e li vedete guardinghi o totalmente privi della volontà di entrare in acqua con voi o anche solo bagnarsi le zampette, non forzateli. Capisco la frustrazione di vedere gli altri cani gettarsi in mare per riportare bastoncini di legno o palle (i miei due levrieri mi guardano come per dirmi “..sarai mica matta?”), ma non trasformate una bella gita in un’esperienza traumatica, che si ripeterà all’infinito nella testa del vostro amico a quattro zampe ogni volta che vi avvicinerete all’acqua.

Se avete organizzato una gita in canotto o in barca, considerate l’opportunità di dotare il vostro cane di un giubbotto salva vita. Cosa fareste se cadesse in acqua, non riuscisse a nuotare preso dal panico, la barca si allontanasse troppo prima di poter tornare indietro? Sempre al guinzaglio invece sulle grandi navi o sui traghetti, la sicurezza di saperlo con voi.

E' importante cercare di evitare qualsiasi perciolo, perchè da un lago in montagna o da una barca in mare quanto tempo vi occorrerebbe per raggiungere la clinica veterinaria più vicina?

Attenzione ai colpi di calore

Probabilmente vi annoierò, ma sappiamo tutti che i cani non si lasciano in macchina con temperature superiori a 22 °C? Neanche per 10 minuti e con i finestrini parzialmente aperti. Sarebbe come se voi vi sedeste in macchina indossando due maglioni e il vostro miglior piumino, in una macchina esposta al sole, con i finestrini aperti per 2 cm! 

Questa estate si presenta esageratamente calda e pericolosa per tutti,  anche per i nostri amici a quattro zampe.  Vi suggerisco di tenerli il più possibile in casa quando le temperature superano i 27-28 °C, se proprio non potete , assicuratevi che vi siano ampie zone di ombra, anche dalle 12 alle 16, nel vostro giardino e posizionate almeno 3 ciotole grandi piene di acqua fresca, che cambierete tutti i giorni. Se le trovate tutte e 3 vuote, aumentate il numero a 4 ciotole grandi. Ricordate che per i cuccioli, i cani senior, i cani a muso corto come Bulldog, Boxer, Maltese, ecc., il caldo e l’umidità sono molto più difficili da combattere. Meglio lasciarli all’interno della casa.

"In caso di colpo di calore, potreste aver sottovalutato una lunga passeggiata al sole o in salita in montagna o troppe ore in spiaggia o in giardino, date la giusta attenzione ai sintomi che lo annunciano: vomito, diarrea, respirazione affannata e veloce o il vostro amico a quattro zampe che si sdraia e non si alza." (Dott.ssa Debbie Mandell, medico Veterinario di pronto Soccorso, consulente per la salute dei pet del Consiglio dei Consulenti Scientifici della Croce Rossa Americana)

Rivolgetevi immediatamente a un medico veterinario e, nel tempo necessario a raggiungere la clinica veterinaria,  potete aiutarlo facendogli ombra, bagnando tutto il corpo con acqua fresca, non ghiacciata, così da aconsentirgli di abbassare la temperatura corporea.  Potete misurare la sua temperatura rettale, con il termometro compreso nel kit di pronto soccorso, ma fatelo solo se vi sarete fatti insegnare dal vostro veterinario di fiducia come inserirlo correttamente e se sarete calmi. Anche se si dovesse riprendere prima di raggiungere lo studio veterinario, fatelo visitare!

cane che riposa all'ombra

Se il vostro cane viene morso o punto

Se il vostro amico a quattro zampe fosse punto da un insetto o morso da un qualsiasi animale, fatelo visitare da un medico veterinario, anche se la ferita vi sembrasse superficiale. La maggioranza delle ferite/punture hanno conseguenze peggiori in profondità, piuttosto che in superfice.  Non utilizzate trattamenti locali comuni per l’essere umano, senza che vi siano stati prescritti dal medico veterinario.

In vacanza si incontrano molti altri cani, ponetevi la domanda: conosco bene il temperamento del mio amico a quattro zampe? O per amore lo giustifico? Ricordate che una volta troppo vicini potrebbe accadere il paggio. Il mio consiglio è di chiedere il parere di un educatore cinofilo, fate osservare il vostro cane, mostrate come passeggiate insieme e chiedete di essere osservati all’avvicinarsi di un altro cane, di differenti taglie. Otterrete così alcuni ottimi consigli per la vostra vacanza insieme e potrete essere rassicurati sulla buona educazione nell’approcciare un altro cane o consigliati a seguire alcune lezioni. In entrambi i casi voi e il vostro amico a quattro zampe guadagnerete in sicurezza, benessere e tranquillità.

Il mio cane ha subito un trauma

 In vacanza tutto è nuovo: l’appartamento o la camera dell’albergo, il luogo dove passeggiamo, I rumori. Spaventarsi è semplicissimo per il nostro cane, che sarà già in stato di attenzione superiore rispetto a quando è a casa.  Non lasciatelo libero, usate sempre il guinzaglio, ma cosa fare se ci sfugge ed è colpito da una macchina?

Quando il nostro amico a quattro zampe è colpito da una macchina può accadere di tutto, sperando nel minore degli eventi, potrà avere delle ossa rotte o problemi interni. Ancora una volta, l’unica cosa da fare sarà portarlo da un medico veterinario, che potrà accertare la gravità o meno della situazione. Ma come portarlo? Se è in grado di camminare, anche su tre zampe soltanto, fatelo camminare sino alla macchina e salire e recatevi alla clinica veterinaria.  Se non cammina, fate attenzione nel spostarlo, se possibile ponetelo su una superfice rigida e portatelo alla macchina, oppure utilizzate una tovaglia, una coperta, un telo mare e usatelo come barella per trasportarlo alla macchina.  Attenzione anche al dolore e paura che potrà provare, alle volte possono mordere anche voi. Se perdete sangue da una ferita, molto a vostro giudizio, esercitate una pressione sulla ferita.

Non somministrate medicinali per uso umano, aspettate la prescrizione del medico veterinario.

(per questo paragrafo si ringrazia l’American Animal Hospital Association.)

pronto soccorso per cani

Il Kit di pronto soccorso per le vacanze

Di seguito trovate elencati i nove oggetti con cui comporre la cassetta di pronto soccorso per il vostro amico a quattro zampe.

  • Bende: garze, fazzoletti in cotone puliti, due calzini. Tutti quanti vi potranno aiutare a mantenere le eventuali ferite pulite o controllare piccole perdite di sangue, sino alla visita del medico veterinario.  Portate del nastro adesivo per bendaggi, così da tenere ferme le garze o i fazzoletti, sino all’arrivo alla clinica veterinaria.
  • Forbici: per tagliare gli oggetti al punto 1, quando necessario. Sceglietele con le punte arrotondate, in caso dobbiate eliminare una medicazione.
  • Soluzione salina sterile: per lavare gli occhi, in caso fumo, sabbia o altro finisca negli occhi del vostro cane. Versatela liberamente sull’occhio/sugli occhi colpiti e lasciatela fluire via. In questo modo anche il fastidio da sostanze o corpi estranei passerà.
  • Acqua: includete una bottiglia da 2 litri di acqua e una ciotola richiudibile, vi serviranno non solo per far bere il vostro cane, ma per lavare un’eventuale ferita, mettere a bagno una zampa o abbassare la temperatura corporea del vostro amico a quattro zampe.
  • Sapone per le mani: prima di qualsiasi minimo intervento dovrete lavarvi le mani e anche dopo aver soccorso il vostro cane.
  • Termometro: vi potrebbe servire per determinare la temperatura corporea del vostro cane e capire se è alterata. La temperatura rettale normale è 38,9 °C (37,9 – 39,5 °C). Il termometro va inserito nel retto con delicatezza, magari aiutandosi con un lubrificante che avrete nel kit di pronto soccorso. Vi suggerisco di farlo solo se vi sarete fatti insegnare dal vostro medico veterinario di fiducia come fare.
  • Contatti per le emergenze: nello sfortunato caso dobbiate affrontare una delle emrgenze elencate nell’articolo, non vorrete perdere tempo a cercare il numero di telefono e l’indirizzo di una clinica veterinaria o studio veterinario nel luogo della vostra villeggiatura. Informatevi prima e trascrivete questi dati insieme a quelli della polizia locale e dell’ospedale civile su di un foglio, che possa stare nel vostro portafoglio (e una copia nel kit) insieme con il numero di microchip del vostro cane e la scadenza delle vaccinazioni eseguite.
  • Premietti: non dimenticateli, saranno un ottimo strumento per distrarre o calmare il vostro amico a quattro zampe e naturalmente anche solo per premiarlo!
  • Calma ed equilibrio: questi ultimi due “oggetti” dovrete portarli nel vostro cuore e nella vostra mente. I cani in situazioni di forte stress e dolore possono spaventarsi al punto da apparire aggressivi anche con voi. Non fateli sentire rifiutati dal vostro timore ad avvicinarli, ma fate attenzione a non farvi ferire. Portate anche la sua museruola, se sarà già abituato ad indossarla, vi aiuterà a trasportarlo senza subire traumi anche in caso di forte dolore e aiuterà il medico veterinario a visitarlo prontamente.
Ritratto di Elena Garella

Elena Garella

Sono Elena Garella e da circa 20 anni mi occupo di alimentazione animale. Sono cresciuta in compagnia di cavalli e cani e l’alimentazione è stata da subito il mio principale interesse. Per questo dopo aver frequentato il liceo scientifico nella mia città natale, Roma, ho deciso di laurearmi in Scienze della produzione animale, a Pisa, e ho poi conseguito il dottorato di ricerca in Alimentazione animale a Bologna.