Integrazioni con estratti botanici, spezie e oli essenziali

Per millenni gli esseri umani hanno utilizzato le essenze botaniche per trattare malattie e ferite, è possibile dunque che lo stesso facciano gli animali? In passato questo tipo di studi è stato condotto essenzialmente osservando i primati, le scimmie, e una delle poche ricerche conosciute rispetto alla capacità di auto-medicazione dei canidi (lupi, volpi, cani, ecc.) è quella di Victoria J. Allison Huges, presentata al Royal Agriculture College di Cirecenster.

I lupi, in cattività anche se con ampi spazi a disposizione, anno mostrato un interesse significativo rispetto alle essenze botaniche offerte, timo, rosmarino, finocchio e menta, con una spiccata predilizione per il rosmarino.

Qualsiasi tipo di alimento, secco, crudo, cucinato a casa, stiate dando al vostro cane un’aggiunta extra di vitamine, minerali e fito-nutrienti naturali è un’ottima idea.  Utilizzarle non è complicato, ma soprattutto all’inizio deve essere concordata con il vostro veterinario oppure con un altro veterinario che sia professionalmente preparato in erboristica.

L’elenco di erbe che possono dare giovamento al nostro cane sarebbe molto lungo, semplificando possiamo dire che le erbe e le spezie buone per i nostri cani sono varie, ma le più interessanti sono: aloe vera, basilico, cannella, germogli di erba medica, tarassaco o dente di leone, semi di lino, zenzero, tea verde prezzemolo, rosmarino, curcuma.

Ciotola di curcuma
  • Aloe vera: questa pianta è un toccasana per i cani, come per gli uomini. Contiene molti aminoacidi, ferro, fosforo, magnesio, potassio zinco e molte vitamine. È, dunque, ottima per l’equilibrio minerale del nostro cane, inoltre ha un’azione antinfiammatoria, antibatterica ed è un potente antiossidante. Significa che le sue proprietà aiutano a mantenere il benessere del cane, aiutando a contrastare l’inizio di piccoli fastidi che non sarebbero evidenti ai nostri occhi. Per il dosaggio chiedete consiglio al veterinario di fiducia.
  • Basilico: questa pianta è ricca di minerali e vitamine essenziali. L’olio essenziale in essa contenuto, gli elettroliti e i fito-nutrienti (nutrienti di origine vegetale) aiutano il benessere dell’organismo con azione anti infiammatoria, e antiossidante.
  • Cannella: è un potente antiossidante e contrasta l’alitosi e il fiato pesante nel cane. Tuttavia non è comune da trovare aggiunta alle crocchette, più facile in uno snack.
  • Curcuma: è una spezia nota per il supporto all’apparato cardio vascolare, per aiutare nei problemi di memoria, per essere un potente antiossidante e per proteggere il fegato dalle tossine, Può dunque essere di aiuto nei cani che si avviano alla senilità. Ha anche un’azione di accelerazione del metabolismo, quindi bene se la trovate aggiunta in un mangime dedicato ai cani oppure potete preparare in casa la cosidetta Golden Paste (vedi riquadro).
  • Germogli di erba medica: sono ricchi di microelementi minerali e le foglie di calcio, potassio, magnesio e carotene (tra i precursori della vitamina A). Apportano anche proteine, vitamina E e vitamina K. I germogli hanno una potenziale azione benefica sul sistema ghiandolare, digestivo e urinario. Sono facilmente reperibili al supermercato o potete cotivarli da voi in un vaso posto sul davanzale di una finestra.
  • Prezzemolo: è un vegetale fantastico per i cani (e per l’uomo) donatoci dalla natura. E’ ricco di antiossidanti, fibre, vitamine e minerali. Rafforza le funzioni di tutti gli organi nei cuccioli, contrasta l’alitosi e aiuta l’eliminazione delle tossine dal corpo. Ottimo disidratato all’interno di crocchette o un pizzico sul cibo crudo o cucinato.
  • Rosmarino: è ricco di fibre e di vitamine ottime per i cani. Ha azione di contrasto ai funghi e ai batteri. Ricordate che fresco è amaro, quindi consigliamo di cercarlo disidratato e di non esagerare nelle quantità.
  • Semi di lino: sono ricchi di acidi grassi omega 3, di antiossidanti, vitamine e minerali. Aiutano a disintossicare il corpo. Potremmo pensare di macinarli e aggiungerli alla razione, ma poiché ne basta una dose molto piccola per un effetto sul lungo periodo, consigliamo di cercarli al cibo scelto.
  • Tarassaco o dente di leone: è ritenuta una tra le migliori erbe di campo perché è il vegetale verde più ricco in natura di beta-carotene, precursore della vitamina A. Infatti è anche il terzo alimento più ricco di vitamina A dopo l’olio di fegato di merluzzo e il fegato bovino. Contiene inoltre potassio, ferro, magnesio, fosforo, il gruppo delle vitamine B. Si possono usare sia le foglie che le radici. Vi consiglio le foglie, scottate in acqua bollente, per simulare una pre digestione.
  • Tea verde: è un potente antiossidante e ha effetto calmante. È difficile da utilizzare, meglio chiedere al vostro veterinario oppure cercarlo aggiunto al mangime, poiché deve essere decaffeinato e dosarlo non è semplice.
  • Zenzero: è un potente coadiuvante della digestione, oltre che avere un effetto antiinfiammatorio e antibatterico. Potrebbe essere aggiunto alle crocchette o meglio ancora all’umido, comprandolo fresco, ricordando che il suo gusto è intenso e di utilizzare piccole quantità.
Germogli di erba medica
GOLDEN PASTE Una ricetta che vi consiglio di provare per il vostro cane

I benefici della curcuma sono molto interessanti, di seguito trovate le semplici istruzioni per farvi in casa la Golden Paste, sviluppata dal veterinario australiano Dott. Doug English.

Ingredienti

½ tazza di polvere di curcuma biologica

Da 1 a 1 ½ tazze di acqua filtrata

1 1/” cucchiano da caffè di pepe nero macinato fresco, possibilmente biologico.

¼ di tazza di olio di oliva extra vergine pressato a freddo o di olio di cocco

Preparazione

Miscelare la curcuma con l’acqua in una pentola, cominciando con una tazza di acqua e aggiungerne sino a ½ tazza se necessario. Mescolare a fuoco dolce per circa 7-10 minuti, si dovrebbe formare una pasta viscosa. Se la vostra pasta ha aspetto acquoso, semplicemente aggiungere un poco di curcumae scaldare sul fuoco per altri due minuti.

Una volta ottenuta la pasta della giusta consistenza aggiungere il pepe e l’olio e mescolare molto bene.

Lasciate raffreddare il tutto, ponete la pasta in un barattolo con un coperchio a tenuta ermetica e ponetelo in frigorifero. La pasta può essere conservata non oltre le due settimane, dopo questo tempo dovrete gettare l’eventuale quantità residua e preparane una nuova fresca.

Somministrazione

La Golden Paste può essere aggiunta direttamente al pasto del vostro cane miscelandola con un poco di yogurt o kefir o acqua. Cominciate con ¼ o ½ cucchiaio da minestra, considerando la taglia del vostro cane. Si può poi aumentare di poco la dose sino a somministrare 1 cucchiaio da minestra ai cani di taglia grande.

Ritratto di Elena Garella

Elena Garella

Sono Elena Garella e da circa 20 anni mi occupo di alimentazione animale. Sono cresciuta in compagnia di cavalli e cani e l’alimentazione è stata da subito il mio principale interesse. Per questo dopo aver frequentato il liceo scientifico nella mia città natale, Roma, ho deciso di laurearmi in Scienze della produzione animale, a Pisa, e ho poi conseguito il dottorato di ricerca in Alimentazione animale a Bologna.