Al mio cane è passato l'appetito. 5 consigli per farglielo tornare

Può accadere che il nostro cane, senza un'evidente ragione, un giorno annusi la sua ciotola e...si volti disinteressato. Oppure assaggi per pochi secondi e poi lasci i 2/3 del pasto che gli avete offerto. In estate questo comportamento può essere dovuto alle temperature superiori ai 30 °C, che non invogliano a mangiare. Perché? Perché il processo digestivo e di assimilazione dei nutrienti presenti in un pasto produce calore, che il corpo deve disperdere. Ne consegue che se ho caldo e, magari, anche un poco di affanno non avrò voglia di mangiare o magari vorrei degli alimenti invitanti. In particolare, quando si é soliti offrire un alimento commerciale secco (crocchette) come pasto, il nostro amico a quattro zampe può trovare il pasto poco invitante. Cosa possiamo fare? 

Consiglio numero 1: passare all'umido in scatola

Sia che il vostro cane si sia stancato di mangiare sempre e solo quei 2 gusti di alimento commerciale secco, sia che il caldo estivo lo renda inappetente, il mio primo suggerimento è: cosa ne pensate di passare all'umido in scatola?  L'umido è cotto, ma gli ingredienti mantengono la maggior parte dell'acqua di quando erano freschi. Inoltre, è più facile leggere l'etichetta e in molte buone marche non solo trovate scritto, per esempio, carne di pollo, ma anche specificate le parti utilizzate. Per produrre una dieta umida in scatola non si utilizzano farine di carne, ma carne fresca; il contenuto in carboidrati è minore di quello presente negli alimenti commerciali secchi, quindi l'intestino del nostro cane si affaticherà di meno. Per fare un esempio concreto nella tabella seguente sono posti a confronto un alimento commerciale secco e uno umido dello stesso produttore.

Confronto tra gli ingredienti presenti in un alimento

commerciale secco e uno commerciale umido

           Secco

      agnello e riso

         Umido

tacchino, riso, zucchine

       Ingredienti      Ingredienti
riso 40%carne di tacchino
farina di carne d'agnello 15%fegato di tacchino
farina di pollame 12,5%cuore di tacchino
farina di avenatot. carne 63%
grasso pollamebrodo di tacchino 28%
olio vegetaleriso 4%
panello vinacciolizucchine 4%
lievito di birraolio vegetale 0,5%
semi di chiacarbonato calcio 0,5%
crusca di avena 
fegato pollo idrolizzato 
viatmine e minerali in miscela 

Mi sembra importante evidenziare come nell'umido gli ingredienti citati nel nome siano quelli effettivamente presenti, mentre nel secco appare, per esempio, anche una consistente quantità di farina di carne di pollame (quasi tanta quanta quella di agnello) che cambia l'aspetto di ciò che state comprando.

Consiglio numero 2: aggiungete alimenti freschi

Se il suggerimento di passare all'umido in scatola, anche solo per l'estate, non fa per voi, ecco un secondo consiglio: aggiungete una piccola quantità di alimenti freschi al pasto a base di crocchette.

In natura i canidi, dunque anche i nostri amici a quattro zampe, si nutrono della carne cruda delle prede. Potete quindi aggiungere un pugno di macinato di manzo o maiale magro (grasso massimo 10%) crudo, oppure se preferite scottato in una padella antiaderente con poca acqua. Possiamo comprare la carne fresca, di buona qualità e trasportarla con un frigo da pic nic a casa, rispettando i 7 °C di temperatura massima durante il trasporto. Se volete conservarla per più giorni, vi consiglio di dividerla in tante piccole porzioni e congelarla. Sarà più facile, in seguito, scongelare solo la quantità a voi necessaria.

Anche frutta e verdura sono alimenti freschi ricchi di enzimi attivi e antiossidanti che possono contribuire efficacemente al benessere dei nostri cani e rinfrescarli. Scegliamo melone e cocomero, privato della parte con i semi neri, kiwi per la frutta e sedano, spinaci, carote e zucchine per la verdura.

Le verdure devono sempre essere cotte, meglio al vapore e lentamente, poi ridotte in purea o pestate. In questo modo saranno digeribili più facilmente. Cominciate con piccole quantità poste in un angolo della ciotola e miscelate con poco del cibo principale, e non scoraggiatevi se non le assaggerà all'inizio. Un poco alla volta dovrebbe abituarsi. Alcuni cani, però, rifiutano le verdure. La frutta tagliatela a pezzettini e ponetela nella ciotola, oppure datela come spuntino nel pomeriggio. Anche in questo caso alcuni cani non la gradiranno mai.

bel cane che mangia

Consiglio numero 3: alternare un pasto commerciale e un pasto casalingo

Le crocchette sono un alimento facile da dosare, semplice da avere in casa e richiedono pochissimo tempo per preparare il pasto del nostro cane, ma sono anche uno degli elementi che genera la maggior quantità di energia riscaldante nell'intestino del nostro amico a quattro zampe (vedi anche Caldo torrido?16 alimenti che rinfrescheranno il vostro cane). Poichè le ragioni che hanno determinato la scelta di un alimento commerciale secco non sempre possono scomparire davanti alla mancanza di appetito del nostro cane, vi suggerisco due possibilità: la prima, se avete tempo sostituite uno dei due pasti, magari quello serale, con un pasto cucinato in casa. La seconda, se avete poco tempo durante la settimana potreste cucinare casalingo il sabato e la domenica. Il vostro amico a quattro zampe apprezzerebbe moltissimo. Ecco una semplice ricetta Tacchino, riso e carote, con mirtilli, le dosi sono per preparare circa 1 kg di dieta e di seguito trovate le quantità da offrire al singolo pasto per classi di peso dei cani.

Se deciderete di seguire questo consiglio, osservate attentamente il vostro cane per vedere se è sazio oppure ancora affamato, se con il tempo dimagrisce o ingrassa, adeguate la quantità al tipo di reazione che osserverete. Oppure contattate uno specialista e chiedete consiglio.

TACCHINO, RISO E CAROTE, CON MIRTILLI

Per 1 kg di dieta (peso a crudo):   420 grammi tacchino
                                                  420 grammi riso bianco
                                                  100 grammi carote
                                                   6-7 mirtilli
                                                   2-3 cucchiaini da te di gusci d'uova seccati e pestati nel mortatio
 
Aggiungere:
per i grassi: 1 cucchiaio di olio di oliva a pasto (anche mais o girasole)
per vitamine e minerali: la dose indicata per il peso del cane di un integratore del commercio a base di Ascophillum nodosum (un'alga marina.) 
Acqua tiepida per mescolare il tutto e ottenere una zuppa densa.
 
Indicazioni:
Lessare il riso sino a che sia stracotto, non al dente. Scolarlo e sciacquare con acqua.
Cuocere il tacchino al vapore, ben cotto, oppure in una padella antiaderente con poca acqua. Se preferite, potete tagliarlo a strisce non a dadini.
Cuocere  le carote al vapore e ridurle in purea o in poltiglia.
Tagliare i mirtilli a metà, specie se di grandi dimensioni (al momento di offrire il pasto).
Miscelare gli ingredienti e riporre in frigo.
Al momento di preparare il singolo pasto, miscelare il tutto con l'acqua, aggiungere l'olio, i mirtilli e l'integratore a base di alghe, porre nella ciotola.
 
Dosi suggerite per singolo pasto:
 
per un cane di 5 kg:   120 grammi/pasto
per un cane di 10 kg: 200 grammi/pasto
per un cane di 20 kg: 400 grammi a pasto
per un cane di 30 kg: 450 grammi a pasto
per un cane di 40 kg: 500-600 grammi a pasto
 

 

cane che aspetta il pranzo

Consiglio numero 4: cambiate orari in base alla stagione e all'attività svolta

Se la mancanza di appetito del vostro cane è dovuta principalmente al caldo estivo, il primo suggerimento è cambiare gli orari delle passeggiate. Anticipate il più possibile la passeggiata del mattino, le 6,30 è un orario dove per almeno 1 ora dovreste poter passeggiare con una buona temperatura. Se necessario anticipate anche alle 5,30 - 6,00. La sera, ritardate il più possibile aspettando che il sole scenda sull'orizzonte e valutando l'umidità e dunque l'afa che voi e il vostro amico a quattro zampe potreste trovarvi ad affrontare. Quando rientrerete, il vostro cane probabilmente ansimerà, berrà acqua fresca e ancora ansimerà. Aspettate a offrirgli il pasto sino a che abbia recuperato completamente il ritmo respiratorio normale, potete aiutarlo bagnandogli l'interno coscie, la testa e ponendo sul suo corpo, se necessario, un vecchio asciugamano bagnato in acqua fredda e ben strizzato. Una volta che il cane si presenti rilassato e non più accaldato potrete farlo mangiare. Calcolate i vostri tempi, se dovete uscire per andare al lavoro!

La sera ritardate l'orario del pasto, così che il vostro amico a quattro zampe non subisca il caldo della giornata e poi lasciatelo riposare per almeno 45 minuti o 1 ora, prima di invitarlo alla passeggiata serale.

Consiglio numero 5: aiutatevi con il kong ripieno

Ultimo consiglio, abituate il vostro cane al kong, questo oggetto conico e cavo può essere riempito con carne cotta o cruda (macinata è più semplice) e poi posto in congelatore. Quando volete darlo al vostro amico a quattro zampe, non solo per impegnarsi in una attività, ma anche per rinfrescarsi, lasciatelo qualche minuto a temperatura ambiente e poi..via. Non tutti i cani trovano divertente passare il tempo a leccare la carne congelata all'interno, ma per poco che vi si applichino avranno comunque un certo refrigerio. Il tempo aiuta ad abituarsi e a divertirsi, a parte pochi casi limite nei quali il cane snobberà il kong.

Esistono varie misure di Kong, adatte per cani di tutte le taglie, andate in negozio a sceglierlo insieme al vostro amico a quattro zampe e fatevi consigliare.

 

(per la foto del cane con kong, photo credits Dog Coach)

cane con kong
Ritratto di Elena Garella

Elena Garella

Sono Elena Garella e da circa 20 anni mi occupo di alimentazione animale. Sono cresciuta in compagnia di cavalli e cani e l’alimentazione è stata da subito il mio principale interesse. Per questo dopo aver frequentato il liceo scientifico nella mia città natale, Roma, ho deciso di laurearmi in Scienze della produzione animale, a Pisa, e ho poi conseguito il dottorato di ricerca in Alimentazione animale a Bologna.