Arriva l'autunno, siete pronti?

Sembra ancora estate, ma le temperature hanno iniziato ad abbassarsi e le giornate ad accorciarsi. Riprendono gli impegni e la vita si fa frenetica,  il tempo da dedicare a lunghe passeggiate e giochi diminuisce anche per i nostri cani. In altre parole si avvicina l’autunno e presto arriverà l’inverno. Pensate di offrire al vostro amico a quattro zampe la stessa quantità di cibo che riceveva in estate? Magari non cambierete tipo di dieta? Queste due domande sono importanti perché i nostri cani hanno bisogno di adeguare la loro alimentazione al cambio di stagione, così come facciamo anche noi.

Cosa accade con l'arrivo di giornate fredde e corte?

Le temperature che si abbassano ci fanno desiderare ambienti caldi e confortevoli, cosa accade ai nostri amici a quattro zampe? Se vivono in casa vorranno passare più tempo accuciati accanto a voi o sdraiati sul loro cuscino, diminuirà la voglia di passeggiare a lungo per entrambi, di conseguenza il consumo di energia sarà molto inferiore rispetto a quello estivo. Un  buon accorgimento sarà quello di rivedere la dieta del nostro cane e adattarla alla minor richiesta di energia, così da evitare che aumenti di peso. Se il vostro amico a quattro zampe passa buona parte della giornata in giardino, ad aspettare il vostro ritorno, avrà bisogno di una pelliccia molto folta e di aumentare il grasso corporeo per difendersi dal freddo, quindi di una dose di energia superiore a quella estiva. Un buon accorgimento sarà mantenere l'apporto di energia della dieta o aumentarlo nelle aree a clima molto freddo. Ricordate che se il vostro cane dimagrirà eccessivamente (utilizzando anche le riserve corporee per proteggersi dal freddo) potrà ammalarsi, farà molta fatica a difendersi dal freddo e la sua aspettativa di vita diminuirà di alcuni anni. Per questo consiglio sempre di lasciare i nostri amici a quattro zampe in casa, sono parte della nostra famiglia e per tenere la casa pulita abbiamo strumenti super efficaci oggigiorno.

Anche il minor numero di ore di luce, di cui usufruiamo nella stagione autunno-invernale, è un campanello naturale per i nostri cani: i giorni corti sono un segnale per il loro cervello che l’inverno sta arrivando. Questo segnale avvia alcuni cambiamenti ormonali nel corpo del nostro amico a quattro zampe che rallentano il metabolismo (l’insieme delle funzioni corporee che lo tengono vivo e vitale) e diminuiscono il consumo di energia. Questi cambiamenti, quindi, promuovono l’aumento di grasso, si tratta di un fenomeno dovuto all’adattamento dei geni del cane che è chiamato “gene parsimonioso” e prepara il cane per la durezza dell’inverno. Per noi significa anche che, se il cane vive all’interno della nostra casa, avrà bisogno di meno cibo e, se vive all'esterno, avrà bisogno di una razione più ricca.

Cosa cambiare

Se il vostro cane è solito mangiare alimenti secchi commerciali, anche di qualità super premium, vi suggerisco (vale per tutte le stagioni) di modificare uno dei pasti e offrirgli un alimento umido di qualità ottima, anche in scatola.  Il pesce azzurro, per esempio sgombri al naturale in scatola, è un’ottima aggiunta che fornirà gusto e acidi grassi omega 3 ottimi per la cute e il pelo. Potete cuocere al vapore gli avanzi delle vostre verdure (zucchine, spinaci, fagiolini) o comprarle espressamente per il vostro amico a quattro zampe, frullarle e aggiungerle al pasto.

Se preparate voi il pasto del vostro cane, diminuite leggermente la quantità di riso o altro cereale e aumentate la carne e il pesce. Anche in questo caso preparate una purea di verdure miste cotte al vapore, cambiando con quelle della nuova stagione entrante.

Aggiungete una generosa manciata di mirtilli neri o rossi, frullati, e inserite i germogli di alfalfa, anche crudi, li trovate al supermercato. Infine, per dare una sferzata al sistema immunitario e all’organismo, considerate l’opportunità di somministrare per 1 mese la curcuma in polvere insieme ad olio di lino o di fegato di merluzzo, li trovate al supermercato o in farmacia. Le dosi sono:

  • una punta di cucchiaino da caffè di curcuma e ½ cucchiaino da caffè di olio per cani di 5-8 kg;
  • ½ cucchiaino di curcuma e 1 cucchiaino di olio per cani da 10 a 20 kg
  • 1 cucchiaino di curcuma e 1 + 1/2 cucchiaino di olio per cani da 20 a 30 kg e oltre.
cane su foglie autunnali

Una ricetta per cominciare

Per tutti voi che preparate i pasti del vostro amico a quattro zampe, suggerisco una ricetta autunnale leggera e gustosa, priva di cereali. Potete inserirla 2 pasti a settimana per un mese. Anche chi usa alimenti del commercio potrà aggiungere la porzione di mirtilli, germogli e curcuma per rendere il pasto del suo cane più gustoso e fargli fare il pieno di nutrienti.

Manzo con germogli di alfalfa e mirtilli

Per 1 kg di dieta (peso a crudo):

400 grammi macinato di manzo, al 13% di grasso

100 grammi pesce bianco

150 grammi di pisellini

150 grammi  di sedano

150 grammi di zucca a dadini

2 cucchiai da minestra di mirtilli

2 cucchiai da minestra di germogli di alfalfa

2-3 cucchiaini da caffé di gusci d'uova essiccati e pestati nel mortaio

Aggiungere:

Per i grassi 1 cucchiaio di olio di oliva a pasto (anche di mais o di girasole)

Per vitamine e minerali: la dose indicata per il peso del cane di un integratore del commercio a base di Aschophillum nodosum (un'alga marina).

Acqua tiepida per mescolare il tutto e ottenere una zuppa densa.

La dose di curcuma e olio di lino/fegato di merluzzo idonea al peso del vostro cane

Indicazioni: cuocere il manzo al vapore oppure in una padella antiaderente con poca acqua. Cuocere il pesce bianco in una padella antiaderente con poca acqua o al vapore. Cuocere le verdure al vapore e poi ridurle in purea o poltiglia. Miscelare gli ingredienti e riporre in frigorifero.

Al momento di preparare il singolo pasto, miscelare il tutto con acqua tiepida, aggiungere l'olio, i mirtilli frullati, i germogli freschi di alfalfa, la curcuma e l'olio di lino/fegato di merluzzo e l'integratore a base di alghe. Porre nella ciotola del vostro cane.

Dosi suggerite per singolo pasto:

per un cane di 5 kg   : 260 grammi a pasto

per un cane di 10 kg : 450 grammi a pasto

per un cane di 20 kg : 750 grammi a pasto

per un cane di 30 kg : 1 kg a pasto

per un cane di 40 kg : 1,2 kg a pasto.

Ritratto di Elena Garella

Elena Garella

Sono Elena Garella e da circa 20 anni mi occupo di alimentazione animale. Sono cresciuta in compagnia di cavalli e cani e l’alimentazione è stata da subito il mio principale interesse. Per questo dopo aver frequentato il liceo scientifico nella mia città natale, Roma, ho deciso di laurearmi in Scienze della produzione animale, a Pisa, e ho poi conseguito il dottorato di ricerca in Alimentazione animale a Bologna.